Iscriviti ora!

Uomini e donne: un profumo diverso per ciascuno?

SaveSavedRemoved 0

UOMINI E DONNE: UN PROFUMO DIVERSO PER CIASCUNO?

La scoperta di un profumo è un’avventura sempre sorprendente. Ma sceglierne uno è un forte impegno in quanto una fragranza la dice lunga sulla tua personalità, sul tuo umore e sui tuoi desideri attuali. Incuriosito, ci chiedi spesso se i nostri profumi sono da uomo o da donna. Ma perché una fragranza dovrebbe avere un genere? Cosa porta il tuo naso e il tuo cervello a fare la differenza tra un profumo per uomo e per donna? Scopri che questa distinzione è in realtà una tendenza molto recente …

Com’era originariamente?

Sebbene la storia della profumeria risale a tempi antichi, la differenza tra un profumo per uomo e per donna è in realtà relativamente nuova. In origine, i prodotti profumati delle piante (legno, radici, muschi, fiori, ecc.) Vengono utilizzati allo stesso modo da uomini e donne. Servono per deodorare, ma anche per proteggersi dalle malattie, come si pensava fossero veicolate dai cattivi odori. Anche i cavalli e altri animali domestici hanno il diritto di essere profumati. A poco a poco, il profumo si emancipa dalla farmacia e diventa gesto di toletta. Permette alle persone di mostrare la propria ricchezza e il proprio rango sociale al naso di tutti, senza distinzione di sesso. Ad esempio, Luigi XIV era profumato con fiori d’arancio e l’imperatrice Eugenia con Eau de Cologne. Annusa intorno e noterai che oggi la tendenza è invertita!

Una distinzione culturale …

La sessualizzazione del profumo nasce dall’igienismo che invase l’Europa alla fine del XIX secolo. Perché nel secolo precedente gli uomini dell’alta società non avevano paura di mancare di virilità profumandosi di fragranze fiorite! L’ascesa del marketing americano negli anni ’50 finirà per accentuare questa distinzione di genere e la differenza tra un profumo per uomo e per donna, convincendo i nasi che un profumo deve essere per lei o per lui.

Una recente scollatura, soprattutto occidentale. In Maghreb, Polinesia, India o Medio Oriente, uomini e donne usano le stesse essenze fiorite, opulente e inebrianti. Il profumo Shalimar di Guerlain è particolarmente popolare tra gli uomini del Medio Oriente,. In Brasile, sembra persino che le donne adorino la lavanda! Tuttavia in natura nessun odore è per definizione femminile o maschile. È una percezione culturale da una lunga serie di abitudini, pratiche o simboli, che entra nei costumi nel tempo.

La nostra esperienza conferma i confini di questo processo basato sul genere. Da più di 30 anni abbiamo il piacere di creare fragranze appartenenti ad ogni famiglia olfattiva . Piuttosto curiosi, ci piace avviare la conversazione con te non appena ne abbiamo l’opportunità. Ogni giorno la tua curiosità ci stupisce, e non è più una sorpresa vedere uomini in Kuwait o in Arabia Saudita ordinare le nostre fragranze a base di fiori come l’ etichetta rose o ïōdé , o leggere le testimonianze di donne che indossano alfred kafé o 555 .

Differenza tra un profumo per uomo e per donna: una strategia di marketing?

Apri gli occhi: quando entri in una profumeria selettiva vieni automaticamente indirizzato al reparto uomo o donna. Le fragranze sono ancora troppo spesso create sulla base di un profilo sociale ed economico. Il talento e la creatività dei profumieri devono prima di tutto superare i test dei consumatori… Il marchio, il packaging e gli agganci pubblicitari guidano in modo sottile ma sicuro le nostre scelte in base al nostro genere. Quando i flaconi di profumi da uomo sembrano forti e virili con pubblicità che mettono in luce muse piene di muscoli, i profumi da donna portano le curve ei codici associati alla femminilità.

Fortunatamente, secondo uno studio pubblicato dall’Osservatorio cosmetico francese , il profumo viene scelto prima perché ha un buon profumo! Nonostante l’hype e i cliché ricorrenti della pubblicità, la speranza rimane! La percezione del genere del profumo influenza quindi logicamente l’atto di acquisto. Ma ecco un consiglio: prima di aprire gli occhi, apri piuttosto le narici!

Femminile, maschio, unisex … indossa quello che ti piace!

Al giorno d’oggi, i confini tra i generi si stanno sgretolando. Nella moda come nella profumeria, le tendenze androgine o unisex sono sempre più apprezzate e affermate. Le prime (rare) fragranze unisex compaiono negli anni ’90, grazie al designer Calvin Klein che ha creato l’iconico CK One per donna e uomo. Questo profumo ha avuto successo con un’intera generazione e ha aperto la strada a un nuovo genere. Oggi i nasi sono istruiti, la mentalità sta cambiando.

Una fragranza diventa il vettore di un’emozione, un ricordo. In Carrément Belle, ci siamo sempre concentrati sull’essenziale: il profumo, il succo. Con le nostre bottiglie sobrie ed eleganti, è il colore che vogliamo proporre, che può variare leggermente da una produzione all’altra, a seconda delle materie prime raccolte. L’argomento commerciale è semplice: provalo spruzzandolo sulla pelle. Dagli tempo per scoprire le sue note e cercare di riconoscerne gli ingredienti. Quindi vedi se la magia accade …

Dopo queste poche righe, cosa ne pensate della differenza tra un profumo per uomo e per donna? Ti senti pronto a provare un profumo che pensavi fosse troppo maschile o femminile? Se sì, quale?

Un consiglio: il profumo è tutto basato sulla soggettività, solo i tuoi sentimenti contano. Quindi tieni le idee e il naso aperti, sii audace e viziati!

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

Fan Perfume
Logo
Register New Account
Reset Password