Iscriviti ora!

Profumeria di lusso

SaveSavedRemoved 0

Profumeria di lusso

Il segmento del lusso è spesso chiamato profumeria d’élite – un settore speciale del mercato, i cui principali rappresentanti sono i grandi marchi di moda (Chanel, Dior, Hermès, Calvin Klein, Gucci, gioielli (Bvlgari, Cartier, Tiffany, Mauboussin) e marchi di cosmetici (Clarins, Estée Lauder, Clinique, Shiseido), così come le storiche case di profumi (Guerlain, Houbigant, Molinard). Tutte tranne queste rilasciano una linea di fragranze per supportare le vendite del prodotto principale. Il costo di una “élite”. “il profumo può variare a seconda della politica generale dei prezzi dell’azienda – di regola, è relativamente alto nelle case storiche di alta moda, mentre le fragranze di marchi più democratici (Hugo Boss, Salvatore Ferragamo, Guess, Escada) sono in alto limite di prezzo del segmento premium.

Le caratteristiche principali della profumeria di lusso

– Interesse commerciale e ampia distribuzione: i profumi di lusso, di regola, soddisfano i più alti standard in termini di caratteristiche tecniche, tuttavia, la maggior parte della cosiddetta profumeria d’élite non è concettuale; trasmette raramente idee complesse, il suo obiettivo è quello di abbinare l’immagine del marchio, soddisfare la maggior parte degli acquirenti e vendere bene. Per garantire prestazioni aziendali elevate, i marchi pubblicano composizioni commerciali comprensibili, conducono campagne pubblicitarie su larga scala ed espandono la loro area di distribuzione. Oltre alle boutique monomarca, i profumi di lusso sono presentati nelle più grandi catene di cosmetici, grandi magazzini e spazi duty free.

– Attrarre le star: nel 1960, in un’intervista, Marilyn Monroe pronunciò le parole che in seguito diventarono leggendarie: “Mi chiedono spesso cosa indossi quando vai a letto? Top del pigiama? Pantaloni del pigiama? Camicia da notte? E ho risposto: Chanel # 5, perché questo è vero. Non vorrei dire che vado a letto nudo. Ma è così! ” Queste parole suscitarono una protesta pubblica e le vendite della fragranza salirono alle stelle: le donne volevano profumare come l’attrice cinematografica più popolare e gli uomini ne davano “cinque” alle loro mogli, sublimando i loro desideri per il principale sex symbol dell’epoca. Le celebrità sono diventate i volti dei profumi prima (una delle prime è stata Audrey Hepburn per L’Interdit Givenchy), ma si ritiene che sia stato il caso di Monroe ad attirare l’attenzione dei marketer su come la connessione di un prodotto con una celebrità aumenta il suo riconoscimento e influenza le metriche finanziarie. Da allora, non un solo lancio di un profumo di punta in una suite è stato completo senza la partecipazione di attori, top model e altri personaggi famosi.

– Un’ampia struttura di reparto: il lavoro ben coordinato dei membri della divisione profumeria dell’azienda aiuta a raggiungere il successo commerciale. Gli esperti di marketing studiano le tendenze, il pubblico di destinazione e le tendenze del mercato: ciò che sarà richiesto nelle prossime stagioni. Prima che un profumo di lusso appaia sugli scaffali dei negozi, diversi campioni presentati dall’autore vengono testati in un focus group: le bottiglie conterranno la formula che è piaciuta alla maggior parte degli intervistati. Il direttore creativo del marchio è responsabile sia dello storytelling che del lato tecnico della composizione; genera l’idea principale del profumo, sviluppa un brief per il profumiere (in alcune grandi aziende questo ruolo è assunto dal valutatore e durante il processo indirizza l’autore nella giusta direzione, quest’ultimo crea la formula per i futuri profumi. La maggior parte dei marchi collabora con profumieri di grandi aziende (Givaudan, IFF, Firmenich, Robertet, Symrise), invitando l’autore a lavorare su un progetto specifico. Tuttavia, alcuni hanno tempo pienoprofumieri . Tali autori si trovano solitamente in grandi dimore storiche; guidano la creazione di tutte le fragranze del marchio, oltre a comunicare i valori del marchio e preservarne il DNA. Tra i profumieri interni più famosi del nostro tempo ci sono Olivier Polge, capo del reparto profumi Chanel, François Demachy (Dior) e Thierry Wasser (Guerlain).

– Dipendenza dalle società: quasi tutti i marchi di lusso fanno parte di grandi holding di cosmetici: LVMH, Coty, Clarins, Puig, Estée Lauder e altri. Il detentore del copyright può fissare budget, applicare un piano aziendale e influenzare i direttori creativi nella creazione di fragranze. Tuttavia, non è così in tutti i casi: la casa madre non sempre limita la libertà creativa degli autori, ma per il marchio stesso, la vendita dei diritti può garantire l’ingresso in nuovi mercati e una promozione del marketing più attiva. Oggi anche una “nicchia” sta cadendo sotto il controllo dei giganti della cosmetica, il che, secondo molti rappresentanti del settore, colloca i giocatori un tempo indipendenti tra le fila del lusso. Così, nel 2014, Estée Lauder ha acquisito i diritti di Le Labo e, un anno dopo, di Editions de Parfums Frédéric Malle.

Profumo categoria “lusso”: la storia dello sviluppo del segmento

Le principali case di profumeria iniziarono ad apparire in Francia nella seconda metà del XIX secolo. Uno dei principali rappresentanti del lusso moderno – Guerlain – fu fondato nel 1828 quando Pierre François Pascal Guerlain aprì una farmacia, nel seminterrato della quale mescolò le sue prime fragranze. Il marchio divenne molto noto negli anni 1880, quando il figlio del fondatore Aimé prese il posto del profumiere. È lui che è considerato l’autore del metodo di combinare componenti sintetici e naturali nei profumi, nonché della tecnica di scomporre le fragranze in note iniziali, cuore e base, che poco dopo ha preso la forma della piramide olfattiva conosciuta oggi… Ha anche creato le leggendarie composizioni della fine del secolo prima dello scorso – Jicky (1889) e Eau de Cologne du Coq (1894), che sono ancora prodotte dalla casa. Nel 1882, un altro marchio storico di profumi, Houbigant, debuttò con Fougère Royale, lanciando una nuova famiglia di fragranze. Nel 1900, Molinard divenne molto noto e nel 1904 nacque Coty. Allo stesso tempo, Ernest Daltroff ha fondato Caron, il marchio che ha dato al mondo Narcisse Noir. Il contributo principale allo sviluppo della profumeria di lusso come segmento è stato dato dai marchi di moda. Il primo stilista a lanciare un profumo con il proprio nome fu Paul Poiret; nel 1911 nasce il marchio Parfums de Rosine, che lo stilista dedica alla figlia. Dopo di lui, le divisioni di profumeria apparvero in tutte le principali case di alta moda: nel 1921 Gabrielle Chanel presentò Chanel No.5, nel 1947 Cristobal Balenciaga debuttò con Le Dix, e Christian Dior con Miss Dior. Un anno prima era stato rilasciato il primo profumo di Nina Ricci, Coeur Joie, e all’inizio del decennio – Eau d’Hermès della vecchia casa francese Hermès. Nel 1957 L’Interdit, creato dal giovane stilista Hubert de Givenchy appositamente per Audrey Hepburn, diventa disponibile al grande pubblico e apre il capitolo della profumeria nella storia della maison. Negli anni ’60 furono rilasciati i primi profumi d’élite di Yves Saint Laurent, Lacoste e Paco Rabanne e nei decenni successivi tutti i principali marchi di moda rilasciarono fragranze: Gucci, Chloé, Calvin Klein, Versace, Hugo Boss, Burberry, Giorgio Armani. Negli anni ’90, Dolce & Gabbana e Jean Paul Gaultier sono entrati nel mercato e l’iconico Angel è uscito sotto il marchio personale di Thierry Mugler, che ha scatenato un boom di composizioni dolci e ha portato alla separazione dei buongustai in una famiglia di profumeria separata. I marchi di nicchia chiave sono emersi in quegli stessi anni. Il loro approccio concettuale alla creazione di fragranze ha trovato molti seguaci e negli anni 2000 il numero di marchi indipendenti è cresciuto rapidamente. Ciò ha portato alla formazione di un nuovo segmento di mercato. Per essere in grado di competere con loro, le grandi case hanno iniziato a rilasciare linee “alte”, le cui composizioni, di regola, hanno un suono più complesso e un costo elevato. Nel 2005 sono apparse le prime opere nella collezione L’Art et la Matière Guerlain, nel 2007 Chanel ha presentato Les Exclusifs de Chanel e nel 2014 è stata rilasciata la linea L’Atelier de Givenchy. Oggi, Dior, Mugler, Hermès, Armani e molte altre case hanno serie simili. le grandi case iniziarono a produrre linee “alte”, le cui composizioni, di regola, si distinguono per un suono più complesso e un costo elevato. Nel 2005 sono apparse le prime opere nella collezione L’Art et la Matière Guerlain, nel 2007 Chanel ha presentato Les Exclusifs de Chanel e nel 2014 è stata rilasciata la linea L’Atelier de Givenchy. Oggi, Dior, Mugler, Hermès, Armani e molte altre case hanno serie simili. le grandi case iniziarono a produrre linee “alte”, le cui composizioni, di regola, si distinguono per un suono più complesso e un costo elevato. Nel 2005 sono apparse le prime opere nella collezione L’Art et la Matière Guerlain, nel 2007 Chanel ha presentato Les Exclusifs de Chanel e nel 2014 è stata rilasciata la linea L’Atelier de Givenchy. Oggi, Dior, Mugler, Hermès, Armani e molte altre case hanno serie simili.

Elenco delle categorie popolari di profumi da donna “di lusso”

  • 5 L’Eau Chanel ,
  • Coco Mademoiselle Chanel,
  • La Petite Robe Noire Guerlain,
  • Mon Guerlain Guerlain,
  • Lavandes Trianon Lancôme,
  • Poême Lancôme,
  • J’adore Dior,
  • Addict Dior,
  • Ange ou Demon Givenchy,
  • Elixir des Merveilles Hermès,
  • Un Jardin Sur Le Nil Hermès,
  • Opium Yves Saint Laurent,
  • Gucci Bloom Gucci,
  • Angel Mugler,
  • Sì Giorgio Armani,
  • Narciso Rodriguez per lei Narciso Rodriguez,
  • Lilt Rouge Bunny Rouge,
  • Euforia Calvin Klein,
  • Nomade Chloé

Profumo da uomo “Elite”: la scelta di Fan Perfume

  • Habit Rouge Guerlain ,
  • Eau Sauvage Dior,
  • Fahrenheit Dior,
  • Dior Homme Dior,
  • Azzaro Pour Homme Azzaro,
  • Kouros Yves Saint Laurent,
  • Polo Ralph Lauren,
  • Allure Homme Chanel,
  • Acqua di Giò Giorgio Armani,
  • Kenzo Homme Kenzo,
  • Terre d’Hermes Hermès,
  • Gentiluomo Givenchy,
  • A * Men Pure Tonka Mugler,
  • A * Men Kryptomint Mugler,
  • A * Men Pure Havane Mugler,
  • Bleu Noir Narciso Rodriguez,
  • J’Ose Eisenberg

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

Fan Perfume
Logo
Register New Account
Reset Password