Iscriviti ora!

Potenza del profumo: influenza il nostro umore?

SaveSavedRemoved 0

POTENZA DEL PROFUMO: INFLUENZA IL NOSTRO UMORE?

Da ottobre conti i giorni che mancano alla primavera? Stai già pensando alla tua prossima vacanza in paesaggi sconosciuti? Allora potresti soccombere alla tristezza invernale che colpisce anche i più coraggiosi di noi. In breve, sei giù di morale. Ma fortunatamente per te, gli odori agiscono sul nostro cervello per darci sensazioni ed emozioni positive. Ma in che modo i profumi influenzano i nostri stati d’animo? Bastano poche gocce profumate per dire addio alla malinconia? Scopri il potere del profumo e come i profumi sono legati al comportamento.

L’olfatto o il potere del subconscio

Il profumo è un rimedio per i malumori

Non lo dicemmo noi, lo fece Ippocrate, quando comprese il potere del profumo sul nostro benessere. E questa non è una novità: già nell’antichità le piante aromatiche venivano utilizzate per i loro effetti curativi e per i loro benefici sulla mente. La mirra era usata dagli egiziani per combattere l’ansia, mentre lo zafferano alleviava le tensioni e stimolava il sonno per i greci.

Ma come può l’olfatto, più di ogni altro, intrufolarsi nel nostro cervello per giocare con le nostre emozioni? La spiegazione è semplicemente fisiologica. Gli odori e le fragranze influenzano direttamente il nostro equilibrio psico-emotivo. A differenza di altri sensi come la vista o il tatto, le informazioni olfattive hanno luogo nella nostra mente inconscia. Questo messaggio penetra nel nostro sistema limbico, altrimenti noto come cervello emotivo, che è la parte che più influenza la nostra psiche e gioca un ruolo chiave nel nostro comportamento.

L’olfatto è l’unica percezione sensoriale che non viene filtrata dalla nostra coscienza. Il nostro cervello quindi analizza queste informazioni senza nemmeno rendersene conto. L’olfatto provoca così reazioni fisiologiche che innescano una risposta comportamentale e un’azione adeguata sul nostro organismo: rilassante, stimolante, lenitivo …

Aromacologia: il potere del profumo sul nostro spirito

Una scienza intuitiva

Da non confondere con l’aromaterapia (l’arte di curare con gli oli essenziali), l’aromacologia si interessa ai legami tra odore e comportamento. Anette Green, presidente della Fragrance Foundation , ha usato questo termine per la prima volta nel 1982. Questa disciplina, che deriva dalle parole “aroma” e “psicofisiologia”, si riferisce alla ricerca del benessere attraverso il profumo. Aromachology integra globalmente le azioni dei profumi sul corpo, la mente e l’ambiente di un individuo. Numerosi studi scientifici, condotti a partire dagli anni ’80, dimostrano che i profumi rilasciati dai profumi influenzano direttamente il comportamento e l’umore di tutti gli esseri umani.

Un profumo è costituito da una moltitudine di componenti profumate che costituiscono un messaggio olfattivo, interpretato dal nostro cervello. Anche se non tutti reagiscono allo stesso modo a questa stimolazione, l’aromacologia dimostra oggigiorno che certi odori innescano reazioni prevedibili nelle persone. Profumarsi ci permetterebbe quindi di sentirci più in armonia agendo sulle nostre funzioni vitali e facoltà intellettuali. A volte è anche usato come medicina preventiva per combattere la famosa depressione stagionale regolando il nostro equilibrio fisico ed emotivo.

Il potere degli odori nella nostra vita quotidiana

Questa scienza è particolarmente sviluppata in Giappone, dove le aziende la utilizzano per stimolare la produttività. Al centro degli spazi aperti, sono posizionati alcuni diffusori di odori per aumentare l’efficienza dei dipendenti. Durante la mattina, il limone e altri agrumi stimolano l’energia, la vitalità e la creatività. Nel pomeriggio gelsomino e cannella agiranno sulla concentrazione delle squadre.

Anche all’interno degli ospedali viene utilizzata la scienza degli odori. Consente ai pazienti che soffrono di amnesia di riconnettersi con il loro inconscio inalando determinati profumi. Il potere del profumo solleva ancora oggi molte domande ei ricercatori continuano a studiare l’aromacologia. È anche questa scienza che ha aperto la strada al marketing sensoriale, in particolare al marketing olfattivo: quando l’olfatto influenza il tuo umore per avere un impatto sulla tua decisione di acquisto.

Quali sono gli odori che migliorano il tuo umore?

Nell’intera tavolozza olfattiva che il nostro naso può riconoscere, alcuni profumi hanno maggiori probabilità di avere un effetto sul nostro umore rispetto ad altri. Che si tratti del mondo della profumeria o della cosmetica, il mercato della bellezza utilizza la conoscenza dell’influenza degli odori per offrirti prodotti appropriati. Le componenti odorose sono quindi determinanti, sia che agiscano semplicemente strofinando sulla pelle o rilasciando un profumo. Stimola, lenisce o rassicura, gli odori hanno il potere di agire sul tuo cervello per inviare un messaggio al tuo corpo! Quindi quali odori scegliere e perché?

Agrumi per stimolare l’energia

L’odore fresco e pungente degli agrumi ha la reputazione di essere stimolante ed energizzante. L’arancia dolce o il limone sono consigliati quando ti senti giù o quando sei in conflitto. Il profumo degli agrumi agisce sul nostro fegato, sede del nostro sistema nervoso dove si concentrano rabbia e irritabilità. Molto spesso utilizzati nei prodotti per la pulizia, il loro profumo è associato nel nostro cervello all’odore della pulizia e del rinnovamento. Un vero profumo di dinamismo! Quindi, se la tristezza invernale sta arrivando, spruzza qualche goccia di enkor , la nostra fragranza super vitaminica, per guardare il lato positivo !

Lavanda lenitiva

Non c’è niente come annusare la lavanda per alleviare l’ansia e calmare gli spiriti. Questo profumo, che ci trasporta nei campi viola della Provenza, calma il sistema nervoso. Agisce anche sulle tensioni del nostro corpo e stimola un sonno ristoratore. Miscelata con i potenti aromi del caffè nell’eau de parfum alfred kafé , la lavanda si rivela in un cocktail olfattivo che stuzzicherà i tuoi sensi. Se vuoi saperne di più su questa pianta aromatica dalle mille virtù, qui troverai un articolo dedicato ai suoi petali viola.

Neroli, una barriera contro lo stress

Nelle nostre vite frenetiche, lo stress spesso ci travolge e l’ansia ci fa perdere la calma. In questi casi si consiglia il neroli , che proviene dal fiore d’arancio amaro. La sua fragranza agisce sulla parte del nostro cervello che controlla le nostre emozioni e ricordi. Ordinando la secrezione di sostanze calmanti e lenitive, vengono regolati il ​​battito cardiaco e la pressione sanguigna.

Ottieni serenità con l’ylang ylang

Le note cipriate e fruttate del fiore di ylang-ylang sono note per essere rilassanti e persino antidepressive. Fin dalla notte dei tempi, i filippini hanno macerato questi fiori in olio di cocco per dare boori-boori . Si rivestono di questa sostanza per le sue virtù terapeutiche e calmanti. La sua fragranza floreale, ampiamente utilizzata in cosmetica, dona relax e serenità. Alcuni fingono addirittura che questo fiore abbia poteri afrodisiaci …

E, naturalmente, possiamo contare anche sui profumi gourmand con i loro sentori dolci. Nei momenti di dubbio o di paura, possono apparire come un vero e proprio bozzolo olfattivo protettivo. Come nella nostra dieta, lo zucchero ci rassicura e ci riporta ai semplici piaceri dell’infanzia.

Gli odori quindi hanno un effetto reale sul nostro comportamento e sul nostro umore, in senso positivo grazie a odori gradevoli. Conoscevi la scienza dell’aromacologia? Quali sono gli odori che ti rallegrano quando arriva l’inverno?

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

Fan Perfume
Logo
Register New Account
Reset Password