Iscriviti ora!

Maria Antonietta: i segreti di bellezza della regina francese

SaveSavedRemoved 0

Tra gli alberi potati dei giardini e la galleria degli specchi nella reggia di Versailles, la regina francese Maria Antonietta trascorreva la maggior parte del tempo. Diventata presto una delle monarche più raccontate della storia, è stata ed è ancora oggi un riferimento per quanto riguarda le arti e lo stile. Maria Antonietta fu infatti grande amante della moda – la sua collezione di abiti occupava circa tre stanze del palazzo – promosse le arti decorative, conosceva la musica ed era molto affezionata ai suoi rituali di bellezza. Tra i segreti di bellezza di Maria Antonietta più straordinari c’era una mistura realizzata con cetrioli, limoni, succo di ninfee e otto piccioni in umido, che la regina utilizzava al mattino per idratare il viso. Non solo, la monarca fu la prima a introdurre la moda dei capelli a pouf, acconciatura che faceva sì che i capelli si ergessero sulla testa anche per più di un metro.

Un altro rituale al quale la regina era molto affezionata era quello della schiaritura della pelle. La regina infatti copriva il viso e il collo con uno sbiancato chiamato Eau d’Ange, come riportato da Mentalfloss, che l’aiutava a coprire anche macchi e segni. Sempre per la pelle, Maria Antonietta ricorreva a trattamenti idratanti naturali. Sempre per il viso, Maria Antonietta ricorreva all’utilizzo di quelle che anche oggi sono le maschere fai da te. La sua consisteva in una miscela di cognac, un uovo, latte in polvere e limone. Per ammorbidire le mani invece, la regina indossava guanti pieni di cera, acqua di rose, olio di mandorle dolci che indossava durante la notte. Pare inoltre che per mantenere il colorito dei capelli biondo rosato, la regina applicasse spesso una mistura di zafferano, sandalo, rabarbaro e curcuma sulla chioma, come racconta il libro Marie Antoniette: an intimate history. Un’altra delle grandi passioni di Maria Antonietta era quella per il profumo: la regina combatteva i cattivi odori presenti all’interno del palazzo – Versailles era una vera e propria città, ospitava migliaia di persone che vi risiedevano all’interno, e spesso gli odori della reggia erano insostenibili – riempiendo le stanze di fiori freschi – i suoi preferiti erano i fiori d’arancio – oli profumati e profumi.

Per quanto riguarda il makeup, sempre come riportato da Mentalfloss, la regina era solita indossare una delle prime versioni del rossetto rosso – ottenuta da un pigmento naturale mescolato con un acido, o un’alternativa più economica prodotta con il piombo rosso, del quale al tempo si ignorava la tossicità. Uno degli ultimi rituali ai quali la regina non rinunciava mai era quello del bagno: per Maria Antonietta infatti il bagno caldo era un vero momento di relax, che si concedeva spesso. All’interno della vasca la regina indossava una camicia da bagno leggera, e si immergeva nell’acqua calda seduta su un grande cuscino morbido pieno di pinoli, semi di lino e mandorle dolci, lavando la pelle con una saponetta profumata.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

Fan Perfume
Logo
Register New Account
Reset Password