Iscriviti ora!

Iris l’oro blu della profumeria

SaveSavedRemoved 0

IRIS: L’ORO BLU DELLA PROFUMERIA

Tesoro olfattivo della profumeria, l’iris è una pianta che racchiude molti misteri. Dietro il suo aspetto stropicciato e le sue sfumature blu-violacee, l’iride è anche nota per le sue radici, note come rizomi. Sono queste radici che consentono ai profumieri di creare squisite fragranze con note cipriate e burrose. Tanto elegante quanto leggera, l’iris rivela il suo fascino solo ai più pazienti, il che la rende una delle materie prime più costose e preziose in profumeria. Dalla sua cultura al suo profumo, scopri tutti i segreti dell’oro blu della profumeria in un viaggio che ti porterà in Italia e in Marocco.

Le origini dell’iride

L’iris è una pianta rizoma originaria dell’estremo oriente, oggi coltivata in Italia, Marocco ma anche Francia e Cina. In Egitto, l’iris è un fiore sacro. Alcuni dipinti di iris risalenti al 1500 aC si trovano nel cuore di alcune piramidi. Nella mitologia greca, l’iride è il messaggero degli dei e la sua etimologia significa arcobaleno. Il fiore forma quindi un ponte tra cielo e terra per trasmettere messaggi divini agli esseri umani. Conosciuto anche come il fleur de lys, divenne il simbolo della famiglia reale francese e successivamente decorò lo stemma di Luigi XVIII, che lo vide come un segno per proteggersi dalla morte. I suoi petali di seta blu sono spesso serviti da modello per il pittore Vincent Van Gogh e dal 1999 l’iris blu e viola è stato l’emblema del Quebec.

L’uso dell’iride come materiale profumato risale al Rinascimento con Caterina de Medici. All’epoca i rizomi venivano schiacciati, poi setacciati e mescolati con polvere di riso, che poi emanava un dolce profumo di violetta. Questo è anche il motivo per cui le note di iris sono generalmente descritte come note cipriate. La polvere di riso veniva usata per profumare le parrucche, il viso e anche i vestiti. Non è stato fino all’inizio del XX secolo che i grandi nomi della profumeria hanno integrato il prezioso materiale nelle loro eleganti fragranze.

Coltivazione dell’iris: anni di pazienza

Dalla semina …

Ottenere Iris Absolute richiede un vero know-how e una certa dose di pazienza! In effetti, questo tesoro olfattivo non si rivela così facilmente. L’iride richiede cure a lungo termine dopo la semina. Occorrono non meno di 3 anni perché i composti profumati della pianta si sviluppino nel suo rizoma, il fusto sotterraneo su cui si formano piccole radici. È solo dopo questi lunghi anni che il rizoma, quindi inodore, può essere estratto, pulito, mondato e infine tagliato a fette. Questo primo lavoro di pulizia è lungo e noioso. È fatto solo a mano per proteggere le preziose radici.

Ma sarà ancora necessaria la pazienza poiché il trattamento dell’iride è tutt’altro che finito. Ora è necessario asciugare i rizomi per eliminare più della metà della loro acqua ed evitare che si ammuffiscano. Dopo 3 giorni in una camera di ventilazione, i tuberi vengono conservati in sacchi di iuta per altri 3 anni. Questo è tutto il tempo di cui hanno bisogno per secernere i famosi ferro, le molecole che costituiscono il principio olfattivo della pianta.

… all’assoluto

Infine disidratati, i rizomi allora duri come la pietra vengono polverizzati e distillati a vapore. La polvere diventa essenza e assume una consistenza cremosa. Questo burro di iris viene estratto con solventi organici per donare all’assoluta di iris, la quintessenza dell’eleganza e della raffinatezza! Occorrono almeno 13 tonnellate di rizomi freschi e fino a 6 anni di pazienza per ottenere un solo chilo di questo elisir venduto a prezzi elevati, che possono raggiungere i 100.000 euro al chilo.

Un fiore per due specie profumate

Esistono moltissime specie di iris, ma non tutte hanno le stesse proprietà odorose. Dai giardini alle bottiglie, le varietà utilizzate non sono però le stesse. In profumeria si coltivano due specie di pianta: la Pallida e la Germanica.

L’iris Pallida è il più “lussuoso”. Cresce sulle colline, sulle terre rocciose e scoscese della Toscana, tra Siena e Firenze. È impossibile meccanizzare la coltivazione della pianta e tutto viene ancora fatto a mano. Da diversi anni l’iris Pallida è coltivato anche in Francia, dove Chanel esportava alcuni bulbi italiani nei suoi campi di Grasse.

In Marocco viene coltivata un’altra specie: l’iris germanica. Questo è meno nobile del suo cugino italiano. Questa varietà è più semplice da coltivare perché è più robusta e richiede meno attenzioni. Il suo profumo rimane elegante e raffinato ma è meno sofisticato del Pallida perché il tasso di irone è inferiore. Perché? Perché il tempo di essiccazione dei rizomi è meno importante, passando da 3 anni a 2 anni o anche meno.

Capolavoro olfattivo: le note dell’iris

Ma allora che odore di quell’oro blu fa impazzire i profumieri? Per comprendere l’interesse olfattivo di questa pianta, bisogna studiarla con una lente d’ingrandimento. L’iride si compone di due principi profumati: l’irone (la molecola più costosa, che è il principale indicatore della qualità dell’assoluto) e l’acido miristico. In profumeria l’irone può essere utilizzato da solo, è il massimo del lusso. Il naso può anche aggiungere acido miristico, che contiene anche ferro in quantità minori.

La pianta rivela note cipriate, spesso confuse con sfumature vanigliate molto più golose. Il suo profumo è delicato, complesso e si accentua nel tempo fino a diventare molto persistente. In profumeria, l’iris è sia floreale che legnoso, con accenti burrosi e note evocative di violetta. Alcuni addirittura trovano che abbia un aspetto secco e paglierino.

Le note cipriate e sensuali dell’iris si ritrovano nell’eau de parfum original musc . Qui, la polvere di iris si fonde con l’ambra e il fiore di cotone in una fragranza discreta e selvaggia. Nel 555 , la nota di iris esprime la sua essenza femminile e ammaliante … In contrasto con la virilità di un tocco pepato e una nota di testa agrumata.

Conoscevi l’origine dell’iride e delle sue diverse specie profumate?

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

Fan Perfume
Logo
Register New Account
Reset Password