Iscriviti ora!

Gli anni ’20 quando chanel ha cambiato tutto

SaveSavedRemoved 0

Gli anni ’20 quando chanel ha cambiato tutto

Nel 1921, un designer e imprenditrice molto intelligente ha creato un profumo che ha rivoluzionato il modo in cui le donne odorano.   100 anni dopo, Chanel No.5 è ancora la fragranza più iconica del mondo.

Chanel era veramente moderna, “attraversava i confini tra signora e padrona”, come ha detto un commentatore.  Aveva molti amici “audaci”, ma contava molti aristocratici nella sua cerchia (incluso, in seguito, il duca di Westminster come amante). Ha aperto per la prima volta un negozio di modisteria, ma nel 1921 aveva una serie di boutique di successo a Parigi, Deauville e Biarritz. Andava in giro con la sua Rolls Royce e possedeva una villa nel sud della Francia. Dobbiamo a Chanel anche il nostro amore per prendere il sole: in precedenza, l’abbronzatura era associata al lavoro manuale all’aperto – fino a quando Chanel non è tornata da una vacanza al mare seriamente abbronzata, e voilà ! Improvvisamente pallido non era così interessante.

Chanel voleva lanciare un profumo per la donna nuova e moderna che incarnava.  Amava il profumo del sapone e della pelle appena lavata; La madre di Chanel era una lavandaia e proprietaria di bancarelle del mercato, anche se quando morì, la giovane Gabrielle fu mandata a vivere con le suore cistercensi ad Aubazine. Quando si trattava di creare il suo profumo caratteristico, però, la freschezza era fondamentale.

Ha deciso che un profumiere di Grasse chiamato Ernest Beaux era l’uomo adatto.Chanel era in vacanza con il suo amante, il granduca Dimitri Pavlovich, quando ha sentito parlare di un profumiere di Grasse chiamato Ernest Beaux, che era stato il profumiere prediletto della famiglia reale russa. Intelligente, colto ed erudito, non aveva paura di una sfida. Per diversi mesi, ha prodotto una serie di 10 campioni da mostrare a “Mademoiselle”. Erano numerati da uno a cinque e da 20 a 24. Ha scelto il numero 5 e sì, il resto è storia. Quindi la leggenda vuole che la fragranza stessa fosse il risultato di un errore dell’assistente di Beaux, che aveva usato 10 volte la quantità di aldeidi che avrebbe dovuto – una famiglia di sostanze chimiche straordinarie che quasi spinge una fragranza fuori dalla bottiglia, quindi il tuo le narici lo sperimentano quasi come uno “spumante” simile allo champagne. E una particolare aldeide odora di pulito, un tocco saponoso,

Come ha detto Chanel in seguito, ‘Era quello che stavo aspettando: un profumo come nient’altro. Un profumo di donna, con il profumo di una donna. Dopo quella “ corsa ” aldeidica sono arrivate note di prezioso gelsomino, rosa, vaniglia e legno di sandalo – ma ha anche un odore “astratto”, senza alcuna nota dominante che chi porta un profumo potrebbe davvero distinguere, dagli anni ’80 nella sua composizione. ma il successo del numero 5 non è mai stato dovuto solo alla sua sorprendente bellezza, ma agli abili stratagemmi di marketing di Chanel. Ha invitato un gruppo di amici, tra cui Ernest Beaux, a cena in un ristorante della Riviera e ha spruzzato il profumo intorno al tavolo. Ogni donna che passava si fermava e chiedeva quale fosse la fragranza e da dove provenisse.

Tags:

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

Fan Perfume
Logo
Register New Account
Reset Password