Iscriviti ora!

Givenchy – Recensione L’Interdit eau de parfum 2018

SaveSavedRemoved 0

Givenchy – Recensione L’Interdit eau de parfum 2018

L’Interdit è l’ultima edizione di profumi della casa di moda francese Givenchy , apparsa sugli scaffali dei profumi nel 2018. Il nuovo profumo era basato su un vecchio classico del 1957, realizzato per la famosa Audrey Hepburn . Per diversi decenni, L’Interdit Classic è stato venduto molto bene in tutto il mondo, poi è stato ritirato dagli scaffali negli anni ’90 ed è rimasto solo sul mercato europeo. Negli ultimi 20 anni, Givenchy ha cercato in diverse occasioni di riformulare i vecchi classici e renderli più accessibili alle giovani generazioni . Il primo tentativo (infruttuoso) è stato nel 2003, poi nel 2007. Il 2018 sarà la terza volta è un fascino, resta da vedere.

La vecchia versione de L’Interdit, così come quella nuova, era fondamentalmente floreale, con un’importante differenza. Il bouquet mielato di note floreali è stato arricchito da un’ambra scura , rendendo l’intera composizione del profumo più complessa, più intrigante e misteriosa. Come un sorriso di dive del cinema sulle fotografie in bianco e nero della prima metà del XX secolo . Al contrario, a tutte le nuove versioni, comprese quelle del 2002, 2007 e l’ultima del 2018, manca quella profondità, quel qualcosa che le ricorderà. Non è che le formule non siano buone, quelle lo sono carineprofumi, ma questo è tutto. Forse questa differenza può essere vista meglio quando si confrontano vecchie foto e selfie contemporanei. Le differenze sono enormi. Le vecchie fotografie avevano un’atmosfera, un’anima, mentre quelle contemporanee sono per lo più private di tutte quelle qualità, molto importanti.

Il motivo è il fatto che le persone sono diverse? Che le loro vite sono diverse? Oppure è che scattare fotografie è diventato troppo frequente e frivolo. Iperproduzione di immagini, iperproduzione di profumi . Proprio come le fotografie, i profumi contemporanei sono stati privati ​​di queste qualità essenziali, proprietà, che possedevano i vecchi profumi. L’Interdit non fa eccezione.

L’apertura del profumo L’Interdit è fruttata. La ciliegia è elencata tra le note ma per me odora più di frutti rossi , ad esempio ribes nero. Dato che amo questa nota nei profumi, menzionerò diverse soluzioni più complesse e migliori che puoi provare e confrontare: Guerlain La Petit Robe Noire  e Insolence Eau de profumo , Calvin Klein Euphoria e Thierry Mugler Angel . Dopo 15 minuti, le note dominanti diventano le note di cuore sotto forma di fiori bianchi con un tocco di toni di caramello gourmet e patchouli.Bello, ma già visto. Innumerevoli volte. Invece di L’Interdit, il nome migliore di questo profumo sarebbe Deja Vu.

Il profumo L’Interdit è come parlare con una ragazza carina e stupida . Piacevole, ma vuoto e noioso. Come la ragazza menzionata, L’Interdit non ha niente di nuovo o interessante da dire. Mentre ero in profumeria, accanto a me c’era una ragazza di 35 anni che provava i profumi. Ha raggiunto L’Interdit, l’ha spruzzato su una carta assorbente e 1,5 secondi dopo ha detto che il profumo era bellissimo e che lo stava prendendo. Sì, 1,5 secondi, è per quanto tempo ci ha pensato e deciso. E anche le case di profumi lo sanno, sanno che la gente non sa come testare il profumo prima di acquistarlo e investe tutto nell’apertura del profumo. Spero che voi, cari lettori, come amanti dei profumi istruiti, istruirà le persone intorno a te. Perché le nostre scelte di consumo plasmano il mercato e ogni nostro acquisto cambia prima il mercato e poi il mondo intero. Se facciamo scelte migliori, l’altra parte non avrà altra scelta che darci solo cose buone e di qualità, in questo caso i profumi. La situazione attuale è insopportabile per tutti noi, tranne per quelli di noi con Peter Pan e il Wendy Complex .

Ti svelo un piccolo segreto . Il prezzo del succo di profumo stesso è molto economico . Forse un euro, due, tre, non più di cinque. Quando paghi 100 euro a bottiglia, paghi l’idea, la storia, il design, gli anni di esperimenti e la creazione del profumo. C’è però un problema. Non stiamo parlando di anni, e nemmeno di mesi di lavoro. Ci vogliono solo un paio di settimane. E poi sorge la domanda. Per cosa stiamo effettivamente pagando? Certamente non per il lavoro devoto. Innovazione? Per favore. Idee? Sono colorati come fotografie in bianco e nero. Allora, per cosa stiamo pagando?

Per quanto riguarda lo stesso profumo L’Interdit , se mi chiedi se lo consiglio, direi la stessa cosa che ha detto Audrey Hepburn quando ha sentito che il suo profumo sarebbe stato commercializzato in massa, e questo è il nome del profumo: l’interdit ! (traduzione: lo proibisco!). Puoi spendere i tuoi soldi in modo molto più saggio.[Note olfattive] note di  testa: ciliegia, pera, bergamotto ; note di cuore: tuberosa, gelsomino, fiori d’arancio; note di fondo: patchouli, vetiver, caramello, vaniglia. [Gruppo fragranza] fruttato floreale.

I creatori di profumi sono Dominique Ropion, Anne Flipo, Fanny Bal.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

Fan Perfume
Logo
Register New Account
Reset Password