Iscriviti ora!

François Robert

SaveSavedRemoved 0

François Robert

François Robert

Molto spesso è difficile convivere con eredità pesanti, essere figli di grandi talenti in un mestiere e provare a seguire le orme di un padre artista, senza correre il rischio di essere consumato e cercando di differenziarsi per fare emergere il proprio talento.

Proprio questo è il caso del profumiere francese François Robert, figlio del grande Guy Robert e rappresentante della quarta generazione dei Robert creatori di profumi.

Il padre ha realizzato capolavori senza tempo per case di moda come Chanel, Chanel N°19 e Chanel Cristalle, e Dior, tra cui spicca DiorEssence, e il figlio ha cercato di solcare le onde paterne, cercando la propria strada attraverso collaborazioni di prim’ordine con case di moda come Londoner, fondata da Rebecca Goswell, e Parfums de Rosine fino ad arrivare alla creazione della sua fragrance house Quintessence, situata a Brighton nel profondo sud dell’Inghilterra.

La vita avventurosa ha portato Robert a visitare diversi stati, conoscere diverse culture con i propri odori e sentori che ne hanno caratterizzato la crescita professionale e proprio in tal senso va ricondotta la passione di François per le note aromatiche fresche, con l’uso frequente del cardamomo, per le sue eccezionali proprietà di essere un booster di freschezza in ogni composizione e di cui il profumiere si è innamorato bevendo un tè in Rajastan durante la sua permanenza in India, o la sua signature spesso intrisa di ginger, usato già nella sua prima creazione del 1990 per Roland Garros for Men.

Parte importante della sua vita sono state le lunghe permanenze dell’artista in Grecia e Corsica, con gli immancabili odori di cisto, finocchio, timo e rosmarino. La sua creazione più recente è stata realizzata per la maison Charlotte Tilbury, Scent of a Dream, fragranza femminile del gruppo chypre-orientale con note di testa di limone, pesca, mandarino e una base floreale molto varia con violetta, gelsomino e la sensuale tuberosa, a preludio del delicato fondo di ambroxan, muschi bianchi e legni dolci.

François Robert è quasi un “re dei profumi”: un profumiere di quarta generazione, è il figlio di Guy Robert , che ha creato (tra gli altri capolavori) Chanel No.19 , Chanel Cristalle , Dioressence e molti altri.

Le creazioni di Francois includono le fragranze per Londoner , Friedemodin e la più famosa  Charlotte Tilbury  (ha creato il suo premiato Scent of a Dream ), così come per Les Parfums de Rosine . La sua casa di creazione di profumi si chiama Quintessence e in realtà ha sede sulla costa meridionale dell’Inghilterra, vicino a Brighton.

Qual è il tuo primo “ricordo olfattivo”?

Difficile come essere cresciuto in una famiglia di profumieri, ho visto strisce profumate e bottigliette tutt’intorno da quando ho potuto aprire gli occhi … Un odore che ricorderò per sempre è la crema da barba di mio nonno. Molto vecchio stile ma così classico. Non ricordo il nome o il marchio ma potrei riconoscerlo se lo trovo.

Quando hai deciso di diventare un profumiere?

Ancora una volta sono stato molto fortunato. Per le vacanze, quando eravamo bambini, i nostri genitori mandavano me e mio fratello minore a Cannes dai nostri nonni. Mio nonno ci portava nei frutteti di aranci, gelsomini e rose tra Grasse e Cannes. Mi mostrava le diverse essenze e spiegava i modi per usarle. Dall’età di otto anni, ero in questo “ambiente”. Ho fatto la mia prima formazione presso Parfums Rochas quando avevo solo 14 anni.

Quali sono i tuoi cinque odori preferiti al mondo?

Ho lavorato e vissuto in molti paesi. Ogni posto mi ha fatto scoprire e amare alcuni ingredienti diversi. Tra tutti i bellissimi ingredienti, ovviamente preferisco sempre i naturali. Questi sono quelli che amo di più …

• Zenzero. Sono sempre stato affascinato da questo profumo e sapore fresco e delicato. L’ho usato in una delle mie prime fragranze, Roland Garros for Men , nel 1990.

• Cardamomo . Ho scoperto questa spezia bevendo il tè molto speciale che preparano in Rajastan. Impossibile da dimenticare. Uso il cardamomo tutte le volte che posso.

• L’oceano . Un altro odore molto speciale per me viene dalle spiagge sabbiose dell’Ile de Ré vicino a La Rochelle. Quando ero giovane, trascorrevo le mie vacanze sul Mar Mediterraneo dove le maree sono molto piccole e l’odore è debole. Quando ho visitato l’Ile de Ré per la prima volta, il mio naso è stato colpito da questo forte e potente odore di mare, insieme all’odore delle erbe, delle piante e degli alberi delle dune. Da allora, ho provato a lavorare vicino a una massa d’acqua con le maree (New York, Mumbai e Brighton).

• Gli odori della Corsica e della Grecia. Entrambi hanno lo stesso tipo di odore dovuto alla vegetazione che vi cresce: cisto, eterno, timo, rosmarino, finocchio e così via. Ho sempre cercato di ricreare l’odore di quei luoghi.

• Fiori di rosa. Ultimo ma non meno importante, il mio profumo preferito… Con Marie-Hélène Rogeon, abbiamo creato insieme più di 10 fragranze per Les Parfums de Rosine . Ognuno proveniva da una rosa speciale che cresceva nel suo giardino o nel mio o quando viaggiavamo e visitavamo mostre di rose. Una rosa con un tocco di pompelmo è stata l’idea alla base di Rosissimo ; una rosa con un tocco di zafferano e cardamomo ha dato vita a Rose Kashmirie e una rosa con un pizzico di cannella ha dato vita all’ultima creazione per lei: Majalis . Un profumo di rosa sembra semplice ma è molto più complesso di quanto sembri. Negli ultimi anni ho cercato di creare una fragranza attorno a una rosa speciale che ho nel mio giardino.

Hai ingredienti “caratteristici” che ti piace includere nelle fragranze?

Non proprio. Mi piace lavorare su un accordo e giocare con alcune materie prime, ma cambio a seconda della moda, dell’umore o della tendenza. Tuttavia, mi piace sempre aggiungere alcuni naturali ricchi e speciali alle mie fragranze; sono complessi e sfaccettati e conferiscono profondità alla fragranza.

Qual è la cosa peggiore che tu abbia mai annusato. (Onestamente!)

Quando vivevo a Mumbai in India, amavo passeggiare per le stradine non turistiche. Con il calore, un po ‘di spazzatura potrebbe deteriorarsi fino a diventare un odore di marcio sgradevole estremamente forte. Mi ci è sempre voluto del tempo per adattarmi a questo odore. Altrimenti, tutti gli odori sono interessanti. C’è sempre qualcosa di “buono” in un odore “cattivo” …

Qual è la fragranza che avresti voluto creare? Ci sono così tanti! Arpège , Calèche , Opium , Kenzo pour Homme , Angel , Casmir , Eau de Bulgari au Thé Vert , Terre d’Hermès per citarne alcuni.

Se avessi potuto creare una fragranza per un personaggio storico, chi sarebbe?

Ho già creato alcune fragranze per molte persone, alcune famose, altre meno. Non vedo niente di diverso o più eccitante da creare per una figura storica o una personalità che per qualsiasi altra persona.

Qual è la prima fragranza che hai acquistato. E il primo acquistato per te …?

Non ho mai comprato un profumo per me stesso, non ne ho mai ricevuto uno in regalo!

Quanto tempo, approssimativamente, ci vuole per creare una fragranza?

Ho avuto la fortuna di creare una raffinata fragranza in una sola prova per un cliente 15 anni fa. Una miscela fortunata che era “perfetta”. Nessuna modifica, niente. Anche al mio cliente è piaciuto e l’abbiamo lanciato. È durato sul mercato finché è durato il marchio. D’altra parte, ho lavorato insieme a Marie-Hélène Rogeon per quasi 10 anni su  Rose d’Homme  prima che ne fossimo entrambi soddisfatti… Quindi è difficile dirlo; dipende da tanti parametri. Da cinque a otto mesi è più vicino alla media.

Cosa può fare ciascuno di noi per migliorare il nostro apprezzamento per la fragranza?

La maggior parte delle persone non sente l’odore delle cose intorno a sé. Passo il mio tempo ad annusare tutto, ovunque: foglie, fiori, giornali, pittura, qualsiasi cosa. Migliora il tuo senso dell’olfatto usandolo consapevolmente. Più ti concentri sull’olfatto, meglio sentirai l’odore.

Hai mai pensato che viviamo in un mondo “troppo profumato”: candele profumate, deodoranti per ambienti, ammorbidenti …?

È difficile predicare contro la tua stessa chiesa, ma io le cose stiamo diventando un po ‘sovraccariche di odori. Per molte cose, hai una scelta. Una candela per esempio, puoi accenderla o no. Tuttavia, ho notato di recente che la svolta tecnologica, in particolare il microincapsulamento, sta invadendo la tua atmosfera. Qualche anno fa stavo visitando mio padre e stavo nella camera degli ospiti. Aveva comprato un nuovo detersivo in polvere (o pastiglia o liquido). È vero, le lenzuola avevano un odore piacevole e fresco. Tuttavia, ho dovuto toglierle dal letto nel cuore della notte perché quando mi muovevo nel sonno, il mio corpo stava rompendo le micro capsule e la fragranza mi svegliava ogni volta! La mia unica scelta era rimuovere le lenzuola, le coperte, i cuscini … Lo stesso vale per i fazzoletti.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

Fan Perfume
Logo
Register New Account
Reset Password