Iscriviti ora!

FAMIGLIE OLFATTIVE

SaveSavedRemoved 0

FAMIGLIE OLFATTIVE

Le famiglie olfattive racchiudono tutto il mondo dei profumi

Fan Perfume

Gruppi di profumi o famiglie olfattive sono termini sinonimi che denotano una raccolta di composizioni di profumi che hanno caratteristiche olfattive simili, che dipendono dall’accordo dominante. In poche parole, si tratta di fragranze con note e odori simili.

La classificazione delle fragranze in gruppi, sottogruppi e famiglie è una pratica comune nel settore della profumeria, che consente di orientare il consumatore nella varietà dei prodotti di profumeria, rende più facile selezionare le fragranze che si adattano al suo gusto e facilita il dialogo tra produttori, venditori e consumatori di profumeria.

Di solito, le informazioni sull’appartenenza di una fragranza a un particolare gruppo sono riportate dal produttore, ma non dobbiamo dimenticare che non esiste una classificazione unica delle categorie di profumi. Esistono diverse classificazioni generalmente accettate nel mondo appartenenti a diversi autori, ma tutte, per la maggior parte, sono simili tra loro.

I tentativi di classificare gli odori iniziarono a metà del XX secolo: nel 1951, Paul Jellinek presentò il suo diagramma dei profumi che mostrava la distribuzione degli odori in gruppi che creano effetti simili sulla nostra percezione. 

Successivamente Jellineka, negli anni ’70 e ’80, sono stati presentati diagrammi di sapore simili da autori specializzati nello studio delle proprietà organolettiche del vino e della birra. Anche il cibo ha il suo grafico a torta, presentato dall’autore Nicky Segnit nel libro del 2012 “The Flavor Thesaurus”.

Si ritiene che il primo tentativo ufficiale di distribuire le composizioni di profumi in gruppi rilevanti per il nostro tempo sia stato intrapreso nel 1990 dalla comunità francese dei profumieri – quindi sono stati identificati e descritti i gruppi floreale, agrumato, legnoso, gourmet, cuoio, cipriato e orientale.

Quali sono le famiglie dei profumi?

In generale, la divisione delle fragranze in gruppi è piuttosto arbitraria. Quindi, Paul Jellinek distingue gruppi di miele, orinatoio, fecali e persino polverosi che non sono in altre classificazioni. L’accordo di miele, ad esempio, viene solitamente indicato in profumeria come un gruppo gourmand o animalesco, ma né la comunità francese della profumeria né altri autori hanno queste famiglie di fragranze. Secondo alcune classificazioni, gli aromi con accordi di base di natura simile possono essere classificati come orientali – è difficile ottenere un rigore nelle classificazioni dei profumi, poiché si basano in gran parte sui principi della sinestesia.

La classificazione dei profumi più popolare oggi è stata creata dallo scrittore ed esperto di profumi inglese Michael Edwards. Ha diviso tutte le fragranze in soli quattro grandi gruppi: fresca, floreale, legnosa e orientale. È vero, in ciascuno di essi distingue i sottogruppi. Così, ad esempio, le fragranze floreali sono divise in floreali e floreali morbide, ma il vasto e dinamico gruppo di fragranze bianco-floreale negli ultimi anni non ha trovato un posto nel grafico a torta di Edwards. Forse li include nel sottogruppo floreale-orientale del gruppo orientale. E la categoria degli aromi legnosi include in realtà legnoso, muschioso e legnoso secco.

Con lo sviluppo della profumeria, alcuni autori aggiungono nuove sezioni ai loro grafici e tabelle. Così, ad esempio, è apparso un gruppo separato di aromi di oud, sebbene l’accordo di oud sia più correlato al gruppo legnoso e in misura minore a quelli orientali e animaleschi.

The Fan PerfumePerfumery Encyclopedia aderisce alla propria classificazione, risultante dalla combinazione di materie prime e profumeria sviluppata dalle aziende di profumeria. Le classificazioni delle società Givaudan, IFF e Firmenich sono prese come base.

Nessuna delle classificazioni può essere considerata completa e di riferimento, poiché presenta carenze e lacune. Tuttavia, la divisione delle fragranze in gruppi, come già accennato, ha un significato e un valore pratico per quasi tutti i partecipanti ai processi di produzione e di consumo. 

Cos’è un diagramma olfattivo?

Questa è una rappresentazione visiva della distribuzione delle fragranze per gruppo. Di regola, è raffigurato come un cerchio, diviso in diversi settori, ognuno dei quali è dipinto con il proprio colore. I profumieri usano strumenti simili – sono anche chiamati ruote delle fragranze – per capire quali componenti sono in contrasto vicino e lontano, nonché quali effetti possono ottenere durante la creazione delle loro composizioni. I consulenti di vendita, sulla base di tali schemi, capiscono cosa può piacere alla persona a cui aiutano a scegliere le fragranze.

Anche la differenziazione del colore è apparsa per un motivo. Comunica le informazioni psico-emotive sul profumo sia al profumiere che al venditore. Ogni colore del settore, infatti, racchiude un messaggio, una decodificazione che il venditore capirà come il profumo può essere percepito dal consumatore.

Per dimostrare come funzionano questi sistemi, usiamo il grafico a torta di Michael Edwards e guardiamo Acqua di Gio Pour Homme di Giorgio Armani. Secondo la classificazione di Edwards, la composizione del profumo appartiene al gruppo dei freschi, il cui settore è dipinto nel colore dell’onda del mare. Il gruppo di fragranze fresche comprende acquatico, agrumato, aromatico, verde e fruttato. Dando uno sguardo alla descrizione ufficiale della composizione del profumo, possiamo vedere che la sua piramide è costituita principalmente da note marine e acquatiche, oltre a un impressionante accordo agrumato con l’aggiunta di sentori aromatici e verdi di rosmarino, giacinto e mignonette. Usato in grandi quantità, l’hedione si riferisce anche agli ingredienti freschi piuttosto che a quelli floreali. In ogni caso, mostra proprio queste proprietà qui. Così, l’accordo dominante è costruito, secondo la classificazione di Edwards, sui componenti del gruppo fresco, e in esso prevale l’accordo dell’acqua di mare. Se guardi il diagramma, vedrai che il gruppo di aromi acquatici è opposto a quello orientale. Cioè, si può presumere che un consumatore che predilige aromi freschi, dinamici, freddi con note di acqua dolce o di mare non apprezzerà le composizioni calde, speziate, dolci, balsamiche del sottogruppo orientale che gli vengono offerte. Ciò è dimostrato anche dalla combinazione di colori: il colore blu-turchese intenso dell’acqua di mare è in contrasto con un ricco marrone bordeaux. Movimento, impulso e libertà si contrappongono al comfort, al calore e alla sensazione di cura che i colori caldi dello spettro del marrone evocano in noi. Il consumatore può utilizzare tali diagrammi da solo per determinare la direzione della ricerca di fragranze o scoprire qualcosa di completamente nuovo. Tuttavia, i marcatori di colore e i codici sono associati alla sinestesia del colore olfattivo e potrebbero non corrispondere all’esperienza individuale. 

Gruppi popolari di aromi di profumeria

Oggi, di tutti i gruppi di fragranze, il fiore è considerato il più popolare, è anche il gruppo di profumi più classico e numeroso. Secondo una ricerca di Michael Edwards, che pubblica annualmente l’almanacco Fragrances of the World, la famiglia dei profumi floreali è al primo posto tra le altre e rappresenta circa il 30% della loro produzione annuale totale. È seguito da quello orientale, che ha preso slancio dalla metà degli anni 2010 ed è in grado di conquistare il primo posto. Le fragranze calde, speziate, legnose-balsamiche e ambrate, dolci occupano davvero una posizione di leadership nel mercato, non solo per la loro richiesta, ma anche per la diversità di questo gruppo di fragranze di profumeria, che comprende anche quelle floreali. Il terzo posto appartiene al gruppo di fragranze legnose, che è piuttosto popolare tra i consumatori di sesso maschile e si è anch’esso sviluppato in modo dinamico dalla metà degli anni 2010. D’altra parte, le fragranze del gruppo fresco, che si collocano solo al quarto posto, mostrano una regressione nel rilascio annuale. Nel 2015 ne è stato rilasciato il 15%, mentre dieci anni fa occupavano il 19% del mercato.

Capire i profumi | piramide e famiglie olfattive

scopri di più

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

Fan Perfume
Logo
Register New Account
Reset Password